SEMPRE SOLIDALI CON CHI CERCA DI VIVERE COL PROPRIO LAVORO: SENZA SE E SENZA MA

Domani a Ravenna manifestano le lavoratrici e dei lavoratori delle mense e pulizie scolastiche e aziendali. Si scaricano su di loro nei momenti di difficoltà, come è stata l’emergenza da covid-19, le differenze di trattamento rispetto a chi è “interno” al “mondo” della scuola e delle aziende. E così, dichiarano i sindacati: «Ci sono lavoratori che, ad oggi, hanno terminato la copertura dell’ammortizzatore sociale (Fis) con causale “emergenza Covid-19” e per i quali i sindacati stanno chiedendo alle imprese la collocazione in Fis ordinario, ricevendo positiva disponibilità solo da alcune. Molti lavoratori sono senza reddito da 3 mesi a causa dell’indisponibilità di numerose imprese a dare l’anticipo dell’assegno ordinario, del grave ritardo nella liquidazione dell’indennità da parte dell’Inps, a volte dovuta alla lentezza nella compilazione del modelloSR41 da parte delle aziende. Molti lavoratori, come ogni anno, vedranno sospesi i loro contratti a giugno, con la fine dell’anno scolastico, per riprendere con l’inizio del prossimo, rimanendo per questi mesi senza retribuzione, senza ammortizzatori e senza possibilità di ricercare una nuova temporanea occupazione preclusa dagli effetti della crisi in atto».

Come Ravenna in Comune riteniamo inaccettabile la differenza di trattamento tra lavoratore e lavoratore, lavoratrice e lavoratrice, ancor più quando esplodono situazioni come quella appena attraversata. Come Ravenna in Comune esprimiamo solidarietà a chi lotta contro questa situazione. Pensiamo anche, però, che la politica, se tale vuole essere, non può limitarsi al passo, pur importante, di solidarizzare con le lotte. Deve avere un atteggiamento conseguente. Non reiterare appalti e agire per l’internalizzazione nella Pubblica Amministrazione. Fare pressione e non trattare come se fossero dei in terra gli imprenditori che usano e abusano appaltare e subappaltare nei servizi invece che assumere. Se si è maggioranza lo si deve fare per essere coerenti. Se si è nella maggioranza e ci si proclama di sinistra si deve uscire dalla maggioranza se questa se ne frega. Se si è all’opposizione si deve esprimere la propria contrarietà e stanare dai loro nascondigli le finte posizioni di solidarietà pelosa. Noi abbiamo sempre cercato di essere forza di opposizione coerente con i nostri valori. Buona lotta!

#MassimoManzoli #RavennaInComune #Ravenna #covid-19 #lavoro

_____________________________________________

Drammatica situazione dei lavoratori di mense scolastiche e pulizie aziendali: flash mob in piazza del Popolo a Ravenna

Fonte: 24 giugno, a Ravenna, in piazza del Popolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: