A LAVORO PERSO

La rubrica “Il Bombolone” di Ravenna&Dintorni ha come sottotitolo “Tra il serio e il faceto, riflessioni, più o meno indigeste, sui fatti del momento”. Che, tradotto, significa che il più delle volte riporta delle verità scomode in modo scomodo. Qualche volta ci ha preso di mira e qualche volta ce la siamo presa a male anche noi, quindi sappiamo bene cosa intendono dalle parti del giornale quando accostano il “più o meno indigeste” alle “riflessioni”. Questa volta ne hanno avuto per tutti, ma forse non è l’opposizione la parte politica a doversi sentire sotto tiro. Premesso il titolo “Perdiamo un’impresa al giorno”, Il Bombolone commenta il resoconto statistico elaborato dalla Camera di Commercio sulle nascite e morti delle imprese nell’anno appena trascorso:

«Quando si parla di priorità, in campagna elettorale, qualsiasi campagna elettorale sul territorio, sarebbe bene tenere a mente un dato, che tra i tanti diffusi dalla Camera di Commercio rischia di perdersi o magari di venire dimenticato in fretta.

In dieci anni in provincia di Ravenna si sono perse 3.627 imprese attive (cioè le sedi di impresa operative e senza procedure concorsuali in atto), valore assoluto corrispondente a un calo del -9,5 percento. La tendenza alla riduzione delle imprese attive – sottolinea la Camera di Commercio – prosegue ininterrotta dal 2009.

Facendo una rapida media, abbiamo perso un’impresa al giorno. Va bene così?».

Siamo andati sul sito della Camera di Commercio per una presa visione diretta della segnalazione. Ecco come la stessa Camera propone la lettura dei propri dati: «Per il 2019, si conferma il calo del numero delle imprese ed il saldo negativo fra avvii e chiusure di attività. Al 31 dicembre 2019 infatti sono state contabilizzate 38.674 imprese in provincia di Ravenna e sono risultate 435 in meno rispetto alla stessa data dell’anno precedente. I flussi di nati-mortalità al Registro Imprese di Ravenna, evidenziano che le imprese avviate complessivamente nel 2019 sono state 1.935, a fronte di 2.186 cancellazioni volontarie e di 191 cancellazioni d’ufficio (cioè amministrative), determinando quindi un saldo netto negativo e pari a -251 unità. Nel tempo, le nuove aperture di attività hanno mostrato una graduale flessione e nel 2019 raggiungono il nuovo minimo storico; le cancellazioni volontarie invece aumentano, sia rispetto al 2018 che al 2017, e questi due fenomeni concomitanti e divergenti, conducono ad un tasso di variazione che continua ad essere negativo, pari a -0,64%. Sul turnover negativo delle nostre aziende continua a pesare la difficoltà di operare in un contesto caratterizzato da incertezze ed il permanere di segnali di rallentamento, sia sui mercati internazionali, sia su quelli domestici, si ripercuote sul sistema imprenditoriale, in particolare sulle piccole e piccolissime imprese, motivo per cui gli imprenditori si trovano ad affrontare notevoli complessità e la propensione a creare ed avviare nuove attività è minore».

Analizzando i diversi settori, si scopre una crescita delle sole imprese di servizi. In flessione tutti gli altri settori; il commercio cala del -2%, le attività agricole del -2,1%, le costruzioni vanno giù del -1,3%, l’industria del -2,1%, il turismo del -1,7% e trasporto e magazzinaggio del -3,1%. Calano anche le imprese artigiane, quelle “femminili” e quelle “giovanili”. Se poi si sperasse in un ribaltamento dei dati a livello comunale, è pronta invece la conferma: 829 le nuove iscrizioni contro 992 cessazioni.

Come Ravenna in Comune già da un pezzo abbiamo suonato la sirena d’allarme nelle orecchie dell’Amministrazione. Le notizie della crisi in atto nel porto, nel piccolo commercio, nelle cooperative impegnate in edilizia, nel cosiddetto “off-shore”, ecc. ecc., così come il boom nel ricorso alla cassa integrazione, non consentono di farsi illusioni: la ristrutturazione del capitale è in atto e a farne le spese sono le piccole attività imprenditoriali e, naturalmente, i lavoratori, dipendenti o a partita IVA.

Ci uniamo pertanto a Il Bombolone nel domandare, a voce alta, per svegliare una Giunta che continua a rimanere profondamente addormentata: «Va bene così?».

#MassimoManzoli #RavennaInComune #Ravenna #cameradicommercio #crisi

________________________________________________________

Perdiamo un’impresa al giorno

Sorgente: Il Bombolone

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: