CERCASI URGENTEMENTE ALLOGGIO

La prima cosa bella con cui vorremmo iniziare la settimana è una notizia che non è ancora stata pubblicata. Vorremmo poter scrivere che si sono fatte vive molte persone a seguito dell’appello di Charles Tchameni Tchienga, Presidente della Onlus Il Terzo Mondo, perché si riesca a trovare una casa per una famiglia sotto sfratto. «Grazie alla comprensione dell’avvocato della controparte siamo riusciti ad avere qualche giorno in più per trovare qualche altra soluzione» dice Tchameni. Il problema richiede una soluzione urgentemente.

«Come tante altre famiglie che frequentano il nostro sportello d’ascolto – aggiunge Tchameni -, siamo a contatto con questa famiglia da 2 anni e conosciamo bene le difficoltà che affronta, nonostante sia ben integrata nel tessuto sociale, culturale, scolastico e lavorativo del nostro territorio. Abbiamo fatto il giro di più agenzie immobiliari di Ravenna senza mai avere un riscontro positivo, per svariati motivi legati alla fideiussione molto alta e/od alle garanzie impossibili da fornire. Non intendiamo arrenderci, ma le nostre forze sono già in esaurimento. Abbiamo più che mai bisogno di una spalla su cui poter appoggiarci per continuare a sperare».

«Nell’ambito del nostro progetto sociale “Non c’è futuro senza solidarietà” – spiega Tchameni – , vorrei lanciare un vibrante e disperato appello a tutte le persone di buona volontà in possesso di una casa agibile non in uso a Ravenna, perché la mettano a disposizione o come usufrutto gratuito (le utenze saranno pagate da coloro che fruiranno dell’abitazione) oppure in affitto, con un fitto mensile non superiore a 400 euro, per una famiglia sfrattata per il mancato rinnovo del contratto di affitto per motivi di ristrutturazione dell’immobile».

«Ravenna – conclude – non si è mai dimostrata insensibile riguardo a queste tematiche delicate che richiamano alla solidarietà, soprattutto nei confronti dei bambini, delle persone anziane e dei lavoratori».

Dunque, quello che vorremmo è tanta solidarietà, tanta disponibilità e, alla fine, anche un’abitazione sostitutiva per la famiglia seguita da Il Terzo Mondo. Per farla breve, vorremmo che questa nostra “prima cosa bella” di oggi fosse seguita subito da una smentita: non serve più farsi avanti perché la casa è già stata trovata.

Anche se… anche se… Non saremmo Ravenna in Comune se non aggiungessimo una piccola considerazione. Non sarebbe ora di un intervento dell’Amministrazione affinché la sovrabbondante offerta di immobiliare invenduto e sfitto a Ravenna riuscisse ad incontrare la domanda di abitazione? Non sarà che operazioni come il PUA San Giuseppe, che altro cemento intendono versare ed altro residenziale costruire, siano parte del problema invece che della soluzione?

Grazie in anticipo.

#MassimoManzoli #RavennaInComune #Ravenna #laprimacosabella #ilterzomondo #casa

_________________________________________

“Aiutiamo una famiglia a trovare una casa dopo lo sfratto”: l’appello di Tchameni di Terzo Mondo Onlus

Sorgente: Una casa dopo lo sfratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: