I DATI SUL TURISMO ESTIVO AL TEMPO DELLE ELEZIONI

In Emilia-Romagna nell’anno delle elezioni le cose non possono andar male. Bonaccini è impegnato a raschiare il fondo del barile per recuperare risorse da buttare nel piatto, a proporre improbabili alleanze ai grillini dopo che si è conclusa un’altra improbabile alleanza tra PD e 5S a livello nazionale, a lanciare più iniziative negli ultimi 5 mesi che negli ultimi 5 anni e presenziare e inaugurare tutto il possibile e l’immaginabile. Figurarsi se poteva permettersi una débâcle nell’ultima stagione turistica della riviera romagnola prima del voto. Però la partenza non era stata buona.

Ai primi di agosto l’assessore regionale al Turismo, il cervese e già assessore comunale a Ravenna Corsini, doveva ammettere che mentre le città d’arte e l’Appennino facevano registrare numeri positivi (nei primi sei mesi dell’anno in montagna le presenze sono aumentate addirittura del 10,6%) il dato del turismo costiero era complessivamente negativo: un calo del 2% delle presenze tra maggio e luglio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. «Un dato – commentava su La Repubblica dell’11 agosto scorso l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini – che conferma la previsione di un’estate molto difficile. I conti comunque li faremo alla fine, per fare il bilancio della stagione è ancora troppo presto». 

In base ai dati elaborati dall’Osservatorio turistico di Regione e Unioncamere Emilia-Romagna in collaborazione con Trademark Italia, nei primi sette mesi dell’anno risultavano calati rispetto al 2018 gli arrivi dello 0,4% e le presenze dello 0,6% dei turisti italiani, mentre gli stranieri risultavano aumentati del 4,0% negli arrivi e dell’1,4% nelle presenze. In totale gli arrivi in Riviera si sono attestati a 4.165.000 (+0,5% sul 2018) e le presenze a 21.428.000 (-0,1%).

E nello specifico ravennate? Ad inizio agosto Confcommercio faceva il punto ritenendo la situazione ravennate molto critica. «Abbiamo avuto l’exploit dei ponti di primavera, ma è stato solo un fuoco di paglia – dichiarava Mauro Mambelli, presidente di Confcommercio Ravenna e Vice Presidente con delega al Turismo di Confcommercio Emilia-Romagna. Luglio è stato un mese scarso. Speriamo che agosto segni un cambio di passo, come in passato è già accaduto, ma la sensazione è che alcune scelte fatte per promuovere la città e la Romagna non stiano dando i risultati attesi. La riprova sono le prenotazioni alberghiere: gli alberghi hanno camere vuote e l’andamento delle prossime settimane non promette nulla di buono, sia per la città che per i lidi». 

In un articolo uscito su Setteserequi il 31 agosto Raffaele Calisesi, neo presidente Federalberghi Confcommercio faceva a sua volta il punto sui lidi, dove il bilancio non era positivo: «Maggio a parte, mese che sappiamo essere stato fortemente penalizzato dal meteo, a giugno e a luglio si è registrato un po’ di recupero, ma i primi quindici giorni di agosto sono andati male. Abbiamo registrato un calo importante rispetto agli anni scorsi e anche se la settimana di Ferragosto ha riportato il tutto esaurito, poi si è tornati a scendere». E poi: «nell’estate 2019 si è sentita la mancanza di turisti stranieri, in particolare tedeschi e austriaci, che hanno sempre affollato le nostre spiagge e la città d’arte, che sempre più spesso nel periodo estivo beneficia di chi viene dal mare. Anche qui, infatti, si è registrato un calo di presenze nella prima quindicina di agosto».

E poi, di colpo, il miracolo. O, forse, semplicemente, un trucco da prestigiatore. I dati sono straprovvisori ma già il 3 settembre lo stesso Corsini è subito in grado di annuciare: «Abbiamo un dato positivo per quanto riguarda agosto che segna una ripresa rispetto ai mesi precedenti […] Ovviamente i conti li faremo ad ottobre, quando avremo un quadro complessivo della stagione. Mi pare, però, che ci siano tutte le premesse per non discostarsi di molto dal dato dalla stagione assolutamente record dello scorso anno».

Una velina regionale  infatti rivela entusiasticamente che «A far riprendere la corsa della Riviera, dopo un maggio difficile (-6,2% gli arrivi e -12,3% le presenze rispetto alla passata stagione), seguito da una timida ripresa in giugno (rispettivamente +0,7% e +2%) e da una nuova flessione in luglio (-4,6% gli arrivi, -3,4% le presenze), è stato il mese clou dell’estate italiana, agosto, che storicamente pesa per oltre il 40% sul movimento complessivo del periodo maggio-settembre. Grazie al riaffacciarsi del solleone estivo, agosto ha fatto registrare un incremento complessivo del 2,1% degli arrivi e dell’1,8% delle presenze, consentendo così di recuperare terreno rispetto alla prima fase della stagione estiva. Nell’arco dei primi otto mesi dell’anno i numeri sono pertanto positivi, grazie anche ad un buon andamento della primavera». 

La velina è prontamente ripresa da tutte le testate e così i titoli positivi riescono a far dimenticare o, quanto meno, far scorrere più indietro quelli negativi: «Un agosto favorevole per il turismo, in ripresa rispetto ai mesi precedenti flagellati dal maltempo, fa mettere il segno più al bilancio dei primi otto mesi dell’anno in Riviera, che chiude in positivo, confermando il trend di crescita dell’ultimo quadriennio. È il quadro, riferito alle principali località balneari della Costa adriatica, dai Lidi ferraresi a Cattolica, che emerge dalla lettura dei dati elaborati dall’Osservatorio turistico di Regione e Unioncamere Emilia-Romagna, in collaborazione con Trademark Italia. Sulla base delle stime provvisorie il movimento turistico nel periodo gennaio-agosto 2019 ha fatto registrare una crescita complessiva degli arrivi (+0,5%) e delle presenze (+ 0,6%) dei turisti italiani rispetto allo stesso periodo del 2018, mentre gli stranieri sono aumentati del 2,5% negli arrivi e dello 0,5% nelle presenze. In totale gli arrivi in Riviera hanno superato la soglia dei 6 milioni (per la precisione 6.064.000; +0,8%), e le presenze si sono attestate a quota 37.152.000 (+0,6%)». 

Andando bene ad esaminare il rapporto, però, salta fuori che i dati non sono così esaltanti: «Il movimento turistico nella Riviera dell’Emilia-Romagna nel periodo maggio-agosto registra una diminuzione degli arrivi del -1,0% e delle presenze del -0,5% (dati provvisori). In calo sia il movimento della clientela italiana (arrivi -1,2%, presenze -0,4%) che di quella straniera (arrivi -0,2%, presenze -0,7%).

I singoli mesi dell’estate 2019 presentano il seguente andamento rispetto allo stesso periodo del 2018, confermando le anticipazioni del sondaggio sugli operatori della Riviera (367 risposte valide) effettuato da Trademark Italia nella prima decade di luglio:

ANDAMENTO DELL’ESTATE 2019 IN RIVIERA

MESE ARRIVI PARTENZE
Maggio  -6,2% -12,3%
Giugno +0,7% +2,0%
Luglio -4,6% -3,4%
Agosto +2,1% +1,8%
Maggio-Agosto -1,0% -0,5%

Ma l’importante, a pochi mesi dalle elezioni, sono solo i titoli ad effetto. Per i dati definitivi c’è tempo… anche dopo le elezioni, magari. Missione compiuta, Presidente Bonaccini. Parola dell’assessore Corsini!

#MassimoManzoli #RavennaInComune #ravenna #turismo

______________________________________________________

Dopo anni di boom arriva la flessione. L’assessore al Turismo Corsini: “Sapevamo che l’estate sarebbe stata difficile ma i conti li faremo alla fine”

Sorgente: Turismo, la Riviera romagnola s’inceppa: -2% tra maggio e luglio

______________________________________________________________

Calano del 2,5% gli arrivi rispetto al 2018

Sorgente: dati elaborati dall’Osservatorio turistico di Regione e Unioncamere Emilia-Romagna

_______________________________________________________________________

“Luglio scarso e agosto si annuncia deludente. Bisogna aprire gli occhi”

Sorgente: Mambelli (Confcommercio Ravenna)

___________________________________________________________________

“Agosto, prima quindicina male sia in città che nei lidi”

Sorgente: Calisesi (Ascom)

______________________________________________________________________

Turismo, agosto risolleva un maggio difficile: “Un’altra stagione da record”

Sorgente: lettura dei dati elaborati dall’Osservatorio turistico

_________________________________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: