LA FINE DEI GIOCHI?

Fa un po’ impressione (o tristezza? o raccapriccio?) trovarsi davanti a due articoli dello stesso quotidiano apparsi a tre anni e mezzo di distanza l’uno dall’altro.

Il più vicino nel tempo così riporta: Ravenna, 8 agosto 2019 – ‘Nuove integrazioni tecniche’. La conferenza dei servizi, ovvero la riunione di tutti i responsabili dei vari enti che devono pronunciarsi su un progetto (in questo caso l’hub portuale) non è stata risolutiva, nonostante le forti aspettative presenti nel mondo portuale. Per ottenere il via libera a bandire la gara d’appalto per l’escavo dei fondali, l’Autorità di sistema portuale dovrà quindi attendere non si sa quanto tempo ancora. […] A questo punto potrebbe addirittura uscire prima il bando per la manutenzione ordinaria di quello per il project financing. La manutenzione è infatti strategica e sapere di poter contare sulle draghe appena se ne presenta l’occasione, darebbe importanti certezze. Anche se resta sempre da risolvere dove collocare il materiale di escavo. 

Quello più lontano, invece, ha toni ottimistici, di imminenza: Ravenna, 3 marzo 2016 – L’Autorità Portuale di Ravenna ha un commissario: lo annuncia il sindaco Fabrizio Matteucci. Si tratta, come si ipotizzava, dell’ammiraglio Giuseppe Meli, che quindi prenderà le redini in mani della struttura di via Antico Squero per un breve periodo, dopo la turbolenta presidenza di Galliano di Marco. «Abbiamo incontrato l’ammiraglio Giuseppe Meli – spiegano Matteucci e il vicesindaco Giannantonio Mingozzi con delega al porto – e abbiamo convenuto che, anche nel breve periodo commissariale, va perseguito con determinazione l’obiettivo dell’escavo dei fondali del canale Candiano. […] Infine abbiamo concordato sul fatto che è prioritaria la messa a punto di una procedura che assicuri rapidità nella manutenzione ordinaria dei fondali, per garantire la massima funzionalità dell’imboccatura del porto canale e di tutti i terminal». 

In mezzo ci potremmo mettere le interviste nelle quali il Commissario dell’Autorità Portuale poi di Sistema Portuale confermava le aspettative:

Contrammiraglio Meli, lei è commissario da sette mesi e sa che il tema che sta più a cuore degli operatori portuali è quello dell’escavo dei fondali. Cosa è stato fatto in questo periodo per portare avanti questo progetto strategico? “Abbiamo messo a punto uno studio dettagliato che, a nostro avviso, potrebbe consentire al nuovo presidente di avviare l’escavo. Ne abbiamo parlato anche con l’amministrazione comunale”.

A proposito di manutenzione ordinaria, a che punto è l’iter per assegnare il lavoro a una impresa specializzata? “La gara d’appalto potrà essere svolta al più presto. Si tratta di un impegno per tre anni, con un investimento di 4 milioni”. [Porto di Ravenna, settembre 2016, pag. 4-6]

E tutte le scadenze volta a volta spostate in avanti da Rossi:

Quanto possa essere attendibile la stima ce lo dirà il futuro. Per il passato ricordiamo che nel maggio 2017, sei mesi dopo la nomina, Rossi aveva fissato la pubblicazione “all’inizio del 2018” e l’avvio dei lavori all’inizio di quest’anno. Solo due mesi dopo, nel luglio 2017, era indicata “tra marzo e aprile 2018”. Scavallato l’anno, nel febbraio 2018, dopo la deliberazione del CIPE, il termine diventava “entro l’estate 2018”. Arrivati ad ottobre 2018, cioè dopo la pubblicazione su Gazzetta Ufficiale della delibera CIPE, la pubblicazione era fatta slittare “tra fine 2018 ed inizio 2019”. Ed ora si è scivolati fino a settembre! 

Con la gara per la manutenzione ordinaria (quella che il Contrammiraglio stava per bandire…) che pure slitta sempre un po’ oltre (forse perché per togliere la sabbia bisognerebbe anche sapere dove metterla).

È chiaro, come sempre lo è stato, che la scelta tutta politica (PD e PRI) avvallata da Confindustria di estromettere Di Marco (cui proprio non si poteva perdonare l’intenzione di espropriare Sapir) non ha risolto nulla, non ha accelerato nulla, non ha tolto un grammo di sabbia dal canale portuale e non ha nemmeno prodotto un termine, una speranza che i lavori possano iniziare. Dunque Sindaco, non è tempo di fischiare la fine dei giochi?

#MassimoManzoli #RavennaInComune #ravenna #porto

_________________________________________________________________

Ravenna, Hub portuale, arriva l’ennesimo rinvio. Continua lo stallo, chieste nuove integrazioni tecniche prima del via libera al progetto da 250 milioni

Sorgente: 8 agosto 2019: bando porto senza fine

__________________________________________________________________

Autorità portuale commissariata, tocca all’ammiraglio Meli

Sorgente: 3 marzo 2016: Con il commissariamento escavi più vicini

__________________________________________________________________

Escavo del Porto, ancora non c’è una data: “Chi è il colpevole dei ritardi?

Sorgente: I ritardi del porto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: