ABBIAMO CHIESTO DI POTENZIARE I SERVIZI PUBBLICI DI TRASPORTO PER RIDURRE I DISAGI DOVUTI ALLA RAVEGNANA CHIUSA!

“I cittadini residenti nelle frazioni del forese rientranti nelle aree territoriali di Roncalceci e San Pietro in vincoli, a causa della chiusura, stanno subendo un disagio oggettivo perché costretti a percorrere il doppio dei chilometri per gli spostamenti verso Ravenna, al fine recarsi a scuola, per le attività lavorative, sportive e sociali. L’amministrazione comunale sta deliberando un aiuto sul pagamento della Tari e sulla tassa pubblicitaria per le imprese ricadenti nella zona disagiata, ma non conta di far nulla per quanto riguarda i privati cittadini. Le distanze percorse per raggiungere Ravenna, essendo raddoppiate, pesano e non poco nelle tasche delle famiglie residenti nella zone disagiate. I cittadini non hanno la possibilità di rivalersi contro eventuali responsabili del disagio, mentre è facoltà del comune di Ravenna poterlo eventualmente fare. Il trasporto pubblico si è drasticamente ridotto nelle fermate di Ghibullo e Longana dopo la chiusura di via Ravegnana: nello specifico la linea 156 è passata dalle 18 corse previste Forlì – Ravenna a sole 2 corse (13.53 e 14.53); analoga riduzione per il tragitto opposto Ravenna- Forlì; Le corse rimaste per gli studenti verso Ravenna sono la linea 159 e la linea 157, che risultavano già sovraccariche prima della chiusura della Ravegnana e per questo motivo non idonee a sopportare gli utenti della linea 156 soppressa; il servizio di “navetto” alternativo da 9 posti in partenza da e per Ghibullo verso Ravenna, previsto per ovviare alla problematica, risulta non coprire tutti gli orari della giornata avendo come prima corsa in partenza da Ghibullo alle 8.15 (i ragazzi sono già a scuola a quell’ora) e ultima corsa in partenza da Ravenna alle 18.35, servizio peraltro presente solo nei giorni feriali.
Il consiglio territoriale di Roncalceci ha votato favorevolmente all’unanimità un ordine del giorno presentato dal vice-presidente del gruppo Misto che prevedeva una attivazione del Comune, oltre che alla manutenzione delle strade alternative, anche a un ripristino degli orari dei bus pre-chiusura, in particolare per gli studenti e nei giorni festivi e pre-festivi. Le corse soppresse della linea 156 di start Romagna nelle fermate di Ghibullo e Longana raccolgono gli utenti anche delle località limitrofe quali Gambellara e Roncalceci. Si chiede quindi alla giunta di attivarsi presso Amr e Start Romagna per un ripristino/potenziamento delle attuali poche corse rimaste attive passanti nelle frazioni penalizzate dalla chiusura della via Ravegnana. In subordine, nel caso di impossibilità dichiarata da parte delle aziende di attuare un ripristino delle corse soppresse, di concedere agli abitanti in possesso di un regolare abbonamento Start Romagna per la tratta verso Ravenna, nelle località che il comune individuerà come penalizzate, sgravi proporzionati alla riduzione del servizio sul costo dell’abbonamento”.
#MassimoManzoli #RavennaInComune #ravenna #Ravegnanachiusa


 
Redazione

 
Ripristinare e potenziare le corse bus rimaste attive nelle frazioni penalizzate dalla chiusura della Ravegnana. E’ la richiesta contenuta in un ordine del giorno

Sorgente: Ravegnana chiusa: “Si potenzino le corse degli autobus”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: