GIUSTIZIA, UGUAGLIANZA, ECOLOGISMO, SOLIDARIETÀ E LIBERTÀ: NEL GIORNO DI NEWROZ RICORDIAMO ORSO

Ravenna in Comune ha sempre osservato con grande interesse lo sviluppo del confederalismo democratico nella regione del Kurdistan siriano, un modello in grado di unire idee e culture diverse nel solco di principi ben chiari: giustizia, uguaglianza, ecologismo, solidarietà e libertà.
Tuttavia questo progetto, nato una dozzina di anni fa, si è trovato fin da subito a dover fronteggiare alcuni dei peggiori orizzonti politici della storia: il cosiddetto Stato Islamico e l’apparato militare della Turchia di Erdogan.

È proprio combattendo contro questi due mostri che Lorenzo Orsetti, per tutti Orso, nato a Firenze 33 anni fa di cui uno e mezzo trascorsi in Siria nelle file delle YPG (unità militari del confederalismo democratico), è caduto in un agguato il 18 marzo 2019 con “il sorriso sulle labbra” come scritto nel suo testamento. Ha lasciato questo mondo con serenità perché sempre accompagnato dai suoi ideali, che la struggente ultima lettera ci insegna ad abbracciare.
Vogliamo esprimere le nostre condoglianza alla famiglia e il più profondo ringraziamento per l’impegno e l’esempio che Orso lascia a tutti e tutte noi.
Questa è la sua ultima lettera:
Ciao, se state leggendo questo messaggio è segno che non sono più a questo mondo. Beh, non rattristatevi più di tanto, mi sta bene così; non ho rimpianti, sono morto facendo quello che ritenevo più giusto, difendendo i più deboli e rimanendo fedele ai miei ideali di giustizia, eguaglianza e libertà. Quindi nonostante questa prematura dipartita, la mia vita resta comunque un successo, e sono quasi certo che me ne sono andato con il sorriso sulle labbra. Non avrei potuto chiedere di meglio. Vi auguro tutto il bene possibile, e spero che anche voi un giorno (se non l’avete già fatto) decidiate di dare la vita per il prossimo, perché solo così si cambia il mondo. Solo sconfiggendo l’individualismo e l’egoismo in ciascuno di noi si può fare la differenza. Sono tempi difficili lo so, ma non cedete alla rassegnazione, non abbandonate la speranza, mai! Neppure per un attimo. Anche quando tutto sembra perduto, e i mali che affliggono l’uomo e la terra sembrano insormontabili, cercate di trovare la forza, e di infonderla nei vostri compagni. E’ proprio nei momenti più bui che la vostra luce serve. E ricordate sempre che “ogni tempesta comincia con una singola goccia”. Cercate di essere voi quella goccia. Vi amo tutti, spero farete tesoro di queste parole.
Serkeftin! Orso, Tekoser, Lorenzo
[L’immagine relativa al Newroz, il capodanno curdo, che si festeggia oggi, 21 marzo, illustrava l’articolo apparso sul nostro sito dal titolo NEWROZ 2016, il capodanno resistente http://www.ravennaincomune.it/…/newroz-2016-capodanno-resi…/ ]
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: