Trasparenza nelle scelte: il consiglio comunale del 7 Novembre

Di: Massimo Manzoli, consigliere

1) Mozione tariffe di scarico e depurazione, presentata da Cambierà.
Si chiede ad Hera un censimento delle utenze che non sono allacciate alla pubblica fognatura o non usufruiscono della depurazione perché manca l’allacciamemto, al fine di non far pagare loro quegli oneri.
Anche gli interventi della maggioranza hanno confermato che sul sito di Hera è già presente la documentazione necessaria per avere il rimborso d pregresso (5 anni).
La mozione intende semplicemente e con buon senso chiedere che Hera faccia un censimento di queste situazioni comunicando a tutti i cittadini la loro situazione e inviando documentazione necessaria, al fine di evitare che alcune utenze paghino oneri dovuti a servizi di cui non godono.
Il nostro voto è stato favorevole.

2) Delibera sulla modifica disciplinare del mercato contadino.
Si tratta di un aggiornamento del regolamento dei tre mercati contadini di Ravenna, con modifiche principali sulla parte sanzionatoria e comportamentale che, in questi anni, non si sono dimostrate all’altezza. La modifica è frutto di una condivisione e discussione fatta con le quattro associazioni di categoria principali del settore. Il lavoro svolto è indubbiamente un buon lavoro di cui si può condividere la linea e gli obiettivi.
Sono stati, peró, presentati emendamenti derivanti dalle sollecitazioni di alcuni operatori riguardanti: orari (si propone 14.30-18.30 nel periodo invernale invece di 14-18) nascita di un comitato che possa contenere rappresentanti degli operatori oltre alle associazioni di categoria, cartellinatura e identificazione dei prodotti.
Tutti e tre gli emendamenti erano condivisibili e ho espresso mio parere favorevole.
Sulla delibera ho espresso un’astensione motivata dal fatto che nonostante le modifiche del regolamento siano condivisibili, nè in commissione nè in consiglio è stato possibile accogliere quelle poche esigenze, di buon senso e condivisibili, pervenute dagli operatori.

3) Ordine del giorno “La musica regala felicità”: da anni un gruppo di docenti cerca di promuovere l’apertura di nuovi corsi ad indirizzo musicale nelle scuole di Istruzione secondaria di primo grado. Nel 2015 si aprirono tre nuovi corsi, a Faenza, a Brisighella e all’ IC Darsena di Ravenna, ma che il vero problema oggi è rappresentato dalla decisione dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Ravenna che ha deciso di interrompere tale esperienza, non concedendo più le ore per le classi prime, nè per l’anno scolastico 2016/2017, nè per il prossimo 2017/2018, con la preoccupante conseguenza che il prossimo anno scolastico esse concluderanno il loro ciclo di studi.
Si chiede di intraprendere ogni azione necesssria affinché l’esperienza dei corsi a indirizzo musicale venga confermata anche nei prossimi anni.
Ho espresso voto favorevole.

4) Ordine del giorno sulla crisi idrica presentato da me in cui si sottolineava la necessità di iniziare a lavorare con lungimiranza per andare incontro alle modifiche climatiche che stanno portando a stagioni sempre meno piovose e a situazioni di emergenza a cui i Comuni non possono rispondere solo con ordinanze estive. È stato suggerito da quasi tutti i consiglieri di portare il tema in commissione in modo da affrontare con maggiore completezza la tematica. Sottolineando la specificità del mio ordine del giorno e conseguentemente la necessità di avere una discussione mirata in commissione, ho accettato la proposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: