Gli equilibri di partito e la giunta De Pascale

“La scelta di questa giunta ci amareggia perché non mostra capacità di ascolto per le richieste fatte dalla stragrande maggioranza della cittadinanza e da moltissime realtà associative. Avremmo voluto vedere maggiore coraggio e un segno di discontinuità reale con le centrali di potere che hanno amministrato la città negli ultimi decenni.
Sembra proprio che De Pascale, nonostante le promesse e le dichiarazioni di cambiamento, abbia fatto ciò che tutti si aspettavano: riproporre un qualcosa di stantio e già visto, anche se questo è stato duramente criticato dalla città sia al primo turno che ha portato al ballottaggio, sia al ballottaggio stesso in cui il nuovo sindaco non ha ottenuto un solo voto in più.
Perché Michele De Pascale ha preferito preservare gli equilibri di partito a dispetto della necessità di mostrare la volontà di cambiamento positivo chiesta a gran voce dalla citta? In altri Comuni, come Bologna, c’è stato qualche segnale timido di cambiamento più incoraggiante, cosa che a Ravenna è stata completamente disattesa.
Ci saremo per presidiare e condurre una buona opposizione con la nostra consigliera. Non staremo a guardare.”

Dora Casalino
Massimo Manzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: